Allergologia

Branca

Allergologia

La funzione di uno screening allergologico sia nei bambini che nelle persone adulte oggi è più che mai sentito ed ha una grande rilevanza medico sanitaria nella prevenzione e cura delle allergie da inalanti che si rivelano con sintomi di tipo rinitico (raffreddore), congiuntivite occhi rossi con lacrimazione) tosse e difficoltà respiratoria fino ad arrivare a forme di asma (mancanza d’aria).

Per non parlare delle allergie alimentari capitolo oggi sempre più presente nella vita quotidiana delle persone (giovani e meno giovani). I sintomi che accompagnano questo tipo di allergia sono comuni ed in alcuni casi non facilmente riferibili a questo tipo di patologie, come per esempio:

  • prurito alle labbra, gola, difficoltà digestive, dolori addominali, diarree.


Patologie trattate:
  • Allergie respiratorie
  • Angioedema
  • Asma bronchiale
  • Celiachia
  • Congiuntivite
  • Dermatite atopica
  • Dermatite seborroica
  • Eczemi
  • Esofagite eosinofila
  • Insufficienza respiratoria
  • Intolleranza al lattosio
  • Oculorinite (o raffreddore da fieno)
  • Orticaria
  • Patologia dei seni paranasali
  • Polipi nasali
  • Rinite
  • Sinusite

Ecco perché è importante fin dall’infanzia e negli anni successivi, fare una valutazione clinica nel sospetto di una allergia, con una tecnica semplice e indolore, la quale in pochi minuti può svelarci e chiarirci il nostro status clinico.

L’esame allergologico per inalanti (prick test) è un test compiuto sulla cute che ha il fine di verificare la reazione ad alcune sostanze che possano provocare allergie respiratorie (asma e rinite allergica) come polline, polvere o acari, farmaci.

 

Durante l’esame allergologico per inalanti (prick test) il medico applica piccole quantità dei vari allergeni sull’avambraccio e pratica una piccolissima “puntura” con aghetti monouso in materiale plastico anallergico.

l patch test è un test di reazione cutanea impiegato per identificare quali sostanze possono essere la causa di un'infiammazione cutanea allergica (dermatite da contatto). I patch test possono rilevare reazioni allergiche ritardate che possono richiedere diversi giorni per svilupparsi: l'esame si basa, infatti, sul principio di una reazione di ipersensibilità di tipo IV.

ALLERGENI.

Nichel, cromo, coloranti, latticesaponi e detergenti, piante (es. edera velenosa), componenti di pomate ad uso topico o farmaci (antibiotici, anestetici, antistaminici) sono solo alcuni degli allergeni testati con il patch-test.

La realizzazione del patch test è piuttosto semplice: gli allergeni vengono applicati alle singole cellette di materiale anallergico, che vengono quindi posizionati sulla pelle. I patch test non utilizzano aghi, sono indolori e facilmente eseguibili a livello ambulatoriale.

Di solito, i dischetti vengono applicati sulla parte alta del dorso,

I cerotti vengono mantenuti sulla cute per 48-72 ore, grazie a cerotti ipoallergenici che assicurano un contatto uniforme degli stessi con la pelle.


La Dottoressa Sonia Musomeci ha conseguito la SPECIALIZZAZIONE IN ALLERGOLOGIA E IMMUNOLOGIA PRESSO L' UNIVERSITA' DEL SACRO CUORE DI ROMA NEL 2008 , LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA IL 27/10/2003 - Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

Abilitazione: prima sessione 2003 - Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
- Iscritto all'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCeO) della Provincia di Roma
- Posizione numero: 63289

  • Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma (ottobre 2003);
  • dal 2001 a tutt'oggi Attività libero professionale quale medico allergologo in centri polispecialistici e sostituzione di allergologi e pneumologi presso varie ASL del Lazio;
  • dal 2009 a tutt'oggi Attività di collaborazione presso il reparto di Allergologia del Policlinico A. Gemelli;
  • nel 2009 Attività di collaborazione presso il reparto di medicina generale e reumatologia dell’Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli;
  • dal 2015 a tutt'oggi Medico frequentatore presso il servizio di allergologia pediatrica dell’ospedale San Pietro Fatebenefratelli;
  • nel 2013 Attività di collaborazione presso il dipartimento di fisiopatologia respiratoria dell’Ospedale San Camillo – Forlanini;
  • nel 2018 Attività di medico specialista in allergologia presso il presidio ASL di Rocca Priora;
  • nel 2010 Attività di collaborazione presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale San Camillo – Forlanini, dipartimento “Governo Clinico” con specifico riferimento alla redazione di “percorsi clinici assistenziali”.

         Metodologie diagnostiche e terapeutiche

    • - Allergie respiratorie stagionali (es. da Graminacee, Parietaria, Olivo ed altri pollini e alberi) o perenni (es. Polvere, Muffe ed Animali). Dermatiti allergiche da metalli (es. nichel, cromo, palladio), da coloranti (es. parafenildiamina) e conservanti. Disturbi sistemici (cutanei e gastroenterici) da nichel solfato con competenza nel trattamento iposensibilizzante specifico (vaccino per il nichel).

      Apparecchiature utilizzate

      Spirometro. Gestione clinica del paziente adulto e in età pediatrica con poliallergie.
      Attività clinica ambulatoriale e gestione di pazienti con differenti patologie di natura allergica e pseudoallergica: diagnosi e trattamento delle reazioni avverse a farmaci. Effettuazione di test di tolleranza/provocazione specifici e dei protocolli di desensibilizzazione specifica; diagnosi e trattamento dell’allergia alimentare in età pediatrica ed adulta; diagnosi e trattamento dei pazienti affetti da allergie respiratorie; diagnosi e trattamento clinico dei pazienti affetti da poliposi nasale e ASA-Triad (capacità di gestione a lungo termine dei pazienti in trattamento topico endonasale con acetil-salicilato di lisina); diagnosi e trattamento dei pazienti affetti da allergia al lattice e Sindrome Latex-Fruit; diagnosi e trattamento dei pazienti affetti da allergia al veleno di imenotteri.

      Presso il poliambulatorio è possibile effettuare:

    • VISITA ALLERGOLOGICA
    • PRICK TEST
    • PATCH TEST
    • TEST PER ALLERGIE A MATERIALI ODONTOIATRICI (capsule, impanti, apparecchi ortodontici, etc)
    • ALLERGIE ALIMENTARI
    • ALLERGIE INALATORIE
    • ALLERGIE DA MATERIALI
    • ASMA BRONCHIALE
    • CELIACHIA
    • INTOLLERANZA AL LATTOSIO
    • INSUFFICENZA RESPIRATORIA

    Richiedi informazioni per la branca:

    Allergologia